Uncategorised

Visite: 1418

La Scuola dell'Infanzia si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età ed è la
risposta al loro diritto all'educazione e alla cura, in coerenza con i principi di pluralismo
culturale ed istituzionale presenti nella Costituzione della Repubblica, nella Convenzione sui
diritti dell'infanzia e dell'adolescenza e nei documenti dell'Unione Europea.
Essa si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo:


• dell'IDENTITÀ,
• dell'AUTONOMIA,
• della COMPETENZA

e li avvia


• alla CITTADINANZA
alla VITA di RELAZIONE: contesto nel quale si svolgono il gioco, l’esplorazione e la ricerca
in un clima sereno rispettoso dei tempi, dei ritmi evolutivi e delle capacità di ciascuno.

Tali finalità sono perseguite attraverso l'organizzazione di un ambiente di vita, di relazioni e di
apprendimento di qualità, garantito dalla professionalità degli operatori e dal dialogo sociale
ed educativo con le famiglie e con la comunità.
Le azioni educative sono sostenute da scelte pedagogiche di fondo che privilegiano
l’esperienza come fonte di conoscenza attraverso:
• il GIOCO: risorsa trasversale fondamentale per gli apprendimenti e per le relazioni.
l’ESPLORAZIONE e la RICERCA: modalità propria del bambino che impara ad indagare e
conoscere attraverso il fare, le esperienze dirette di contatto con la natura, le cose, i
materiali.

La scuola dell'infanzia è particolarmente sensibile ai bisogni di ogni bambino e per soddisfare
tali necessità struttura e attua in modo condiviso il proprio lavoro attraverso Progetti
Personalizzati, Laboratori e attività in piccolo gruppo.
Le proposte educative nascono da un'attenta osservazione dei bisogni dei bambini.

Ogni progetto si articola tenendo in considerazione lo sviluppo dei seguenti campi di esperienza:


• Il sé e l’altro (Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme);
• Il corpo in movimento (Identità, autonomia, salute);
• Linguaggi, creatività, espressione (gestualità, arte, musica, multimedialità);
• I discorsi e le parole (comunicazione, lingua, cultura);
• La conoscenza del mondo (ordine, misura, spazio, tempo, natura).


Ciò affinché il bambino possa diventare competente passando dal SAPERE al SAPER FARE e al SAPER ESSERE.
Nella nostra scuola i progetti e le unità di apprendimento possono essere di plesso (coinvolgenti tutte le sezioni della scuola), di sezione (con attività particolari che in ogni
sezione vengono intraprese in base alle condizioni che differenziano le sezioni stesse), di
gruppo (di età omogenea nelle sezioni eterogenee).

Back to Top